La Pietra dalle capacità straordinarie

Un minerale formatosi miliardi di anni fa che protegge, migliora, salva, pulisce, neutralizza e rigenera: la Shungite.

Cos’è la Shungite?

Quando parliamo di Shungite, così come vedremo tra un attimo, dobbiamo differenziare due tipi di pietre; in genere ci si riferisce ad una pietra nera, relativamente leggera e simile al carbone nel suo aspetto generale, ma l’altro tipo, quello più prezioso, proviene dalla zona del villaggio di Shunga da cui proviene il nome e dove la sua prima traccia risale al XVI secolo.
Per tutti gli altri tipi, l’unico giacimento conosciuto al mondo di questo minerale ricopre più di un terzo della Regione della Carelia a nord-ovest della Russia, per cui non manca… almeno per il momento.

Lo Zar del XVII secolo Pietro I (più noto con il nome di Pietro il Grande), affetto da diversi problemi di salute come l’epilessia e l’uremia, doveva assolutamente trovare una soluzione per impedire a queste malattie di degenerare ed evitare il peggio. I suoi medici personali lo informarono allora che esisteva in Carelia una sorgente che sgorgava da una roccia nera, la cui acqua si diceva che avesse delle proprietà eccezionali per la salute. Senza pensarci due volte, il buon Pietro I, molto modesto, fece aprire in questo luogo una stazione termale in cui tutti potessero godere dei benefici di questa acqua e i primi a usufruirne furono ovviamente i suoi soldati di ritorno dalle numerose battaglie dell’epoca. Una vera star, questo Zar!

Zar Pietro I

Fu così che, bevendo l’acqua di questa sorgente che sgorgava dalla roccia di shungite e anche immergendo visi, lo Zar vide migliorare giorno per giorno il suo stato di salute, sia fisicamente che mentalmente. Visti i risultati, gli venne l’idea di ordinare al suo esercito di lasciare permanentemente un pezzo di questa roccia sul fondo dei loro recipienti d’acqua, allo scopo di garantirne la potabilità e di trarre beneficio dalle sue preziose proprietà: fu forse questo uno dei segreti della supremazia militare Russa?

Si narra che un’antenata appartenente alla famiglia dello Zar e che all’epoca era sterile, fu esiliata in un monastero della regione della Carelia e lì, con suo grande stupore, riuscì a guarire da quella problematica come per miracolo. La donna diede quindi alla luce il primo membro e fondatore della dinastia Romanov, Mickael, anche se ciò non impedì a questa dinastia di conoscere una fine funesta a causa del comunismo. Questo per quel che riguarda la storia.

Attualmente la regione della Carelia è oggi ultra-industrializzata ma, cosa strana, il lago locale chiamato Onega è ancor oggi un esempio di purezza in tutta Europa. Nonostante i rifiuti, i luoghi conservano un livello medio accettabile di purezza, persino nell’aria.

continua a pagina 2

image_print

Articoli consigliati

X